Suonare l'YIDAKI

Phil Drummy suona l'YidakiSuonare l'Yidaki ha qualcosa in comune col suonare la tromba, fino a un certo punto, eccetto che le labbra sono lasciate allentate mentre si soffia nello strumento. Alcune persone cercano di pensare di soffiare una pernacchia dentro di esso per ottenere inzialmente il primo suono. Ci sono due suoni che si possono ottenere all'inizio. Uno è un ronzio familiare di bassa tonalità creato con le labbra allentate e l'altro è un suono di alta tonalità simile a una tromba che si ottiene con le labbra serrate. E' importante che le labbra sigillino completamente il buco. Potete sperimentare di quanto il labbro superiore o inferiore sia realmente inserito nell'apertura, ma attenzione ad evitare gli eccessi.

Una volta che avrete iniziato ad ottenere un buon ronzio costante, provate a muovere la vostra lingua intorno alla vostra bocca mentre soffiate. Provate anche a parlare nello strumento come farebbe un ventriloquo, tenendo le labbra che vibrano mentre soffi così il suono continua. Spesso viene sentito un guaito di alta tonalità, imitazione del dingo, il cane selvatico australiano. Altri suoni che sono comunemente usati, molti dei quali sono prodotti dalla laringe, imitano altri animali e uccelli.

Troverete, tuttavia, che esaurirete rapidamente il respiro e così, se vi sentite pronti, qui c'è una breve spiegazione di come lavora la respirazione circolare.

Cercate di soffiare o sciacciare l'aria fuori dalle guance usando solo i muscoli delle guance. Nell'istante in cui iniziate a comprimere, inspirate col naso. Questo richiede un po' di concentrazione e pratica, ma scoprirete che è possibile inalare mentre l'aria viene forzata fuori dalla bocca. Mentre state facendo questo, forse noterete che la lingua blocca il retro della vostra gola. La lingua in effetti viene usata per aiutare a spingere fuori l'aria rimanente nelle guance. L'idea è di ricominciare a soffiare normalmente dai polmoni fino a quando siete pronti ad afferrare un altra boccata d'aria attraverso il vostro naso. Dovreste provare a fare questo con una cannuccia di plastica, arrotolata all'estremità che non è in bocca, e un bicchiere di acqua. (Non bevetelo!) Soffiate le bolle usando solo l'aria nelle vostre guance ed inalando dal naso. la sfida da affrontare è quella di suonare l'Yidaki prendendo brevi respiri con il naso per mantenere i polmoni sempre semi-pieni di aria. Appena smettete di soffiare con i vostri polmoni, inalate rapidamente attraverso il naso e mentre fate questo, comprimete fuori l'aria con le guance. Immediatamente iniziate a soffiare nuovamente dai polmoni e dal diaframma. L'abilità è di mantenere il suono mentre la fonte di aria per il vostro strumento si rinnova ininterrottamente.
Buona fortuna!

Phil


Per informazioni: info@phildrummy.com